Il trapianto  capelli quanto dura? 

Una delle domande più frequenti che i pazienti si pongono è “il trapianto di capelli quanto dura?”. Alcuni di questi pazienti quando si chiedono il trapianto di capelli quanto dura si riferiscono all’operazione in sé mentre altri si riferiscono ai capelli trapiantati e se sarà necessario rifare l’intervento dopo un determinato periodo di tempo. Quindi il trapianto di capelli quanto dura? Il trapianto di capelli ha una durata variabile in base al numero di unità follicolari utilizzate ma generalmente dura dalle 4 alle 6 ore. La risposta per la durata dei capelli trapiantati è più complicata perché dipende da diversi fattori che dipendono dal paziente. In linea generale si può rispondere alla domanda “il trapianto capelli quanto dura?”: se il paziente si prende cura dei capelli trapiantati sia nel periodo post trapianto sia negli anni successivi, il trapianto ha la stessa durata dei capelli della zona donatrice che non sono stati prelevati.

Per rispondere completamente alla domanda “Il trapianto di capelli quanto dura?” questo articolo verrà diviso in due sezioni, la prima riguardante la durata dell’operazione e la seconda dei capelli trapiantati.

La durata dell’intervento 

L’operazione di trapianto di capelli è una procedura di tipo estetico non invasiva. Tutto l’intervento richiede dalle 4 alle 6 ore, in base al paziente, dividendosi in tre fasi diverse: la rasatura,  l’anestesia e il trapianto. Il trapianto si divide ulteriormente in raccolta delle unità follicolari e inserimento. In questa sezione si risponderà alla domanda “il trapianto di capelli quanto dura?” riferendoci all’operazione e alle sue fasi.

Rasatura 

Il trapianto di capelli con tecnica FUE richiede che il paziente venga sottoposto ad una rasatura, in modo da lasciare il capello ad una lunghezza di qualche millimetro. Il giorno dell’operazione dunque il team medico provvederà a rasare i capelli del paziente provvedendo poi a disinfettare la zona. Nel trapianto di capelli quanto dura la rasatura? Questa è la parte più breve, la rasatura durerà all’incirca 5 o 10 minuti.

Anestesia 

Il trapianto di capelli richiede l’utilizzo di anestesia locale direttamente amministrata nella cute del paziente tramite siringa. Il paziente che soffre di paura degli aghi può richiedere l’utilizzo di jet injector o di sedativi prima dell’anestesia. Solitamente la somministrazione di anestesia richiede dai 3 ai 5 minuti, con successivi 15-30 minuti per addormentare completamente la zona.

L’estrazione delle unità follicolari 

La parte dell’operazione che richiede la maggior parte del tempo è quella dell’estrazione e dell’inserimento delle unità follicolari. L’estrazione viene eseguita nella zona donatrice della testa, situata sulla nuca, nella parte posteriore della testa. Il medico incide la cute creando dei microscopici canali intorno ai bulbi. I bulbi vengono prelevati in gruppi da due o tre con la pelle circostante formando le unità follicolari. Il momento dell’estrazione delle unità follicolari è un processo delicato e quindi richiede diverso tempo. Il medico esperto saprà come prelevare le unità follicolari senza danneggiarle ma qualora questo dovesse succedere, magari a causa della fretta, queste sarebbero inutilizzabili.

L’inserimento delle unità follicolari 

La fase successiva è quella dell’inserimento delle unità follicolari estratte nella fase precedente. Il medico, dopo aver estratto le unità follicolari dalla zona della nuca, iniziano a creare i canali di circa 2 mm nell’area calva, l’area ricevente. Questi canali vengono creati con un pattern spesso non troppo geometrico per poter creare un effetto più naturale nei mesi successivi all’operazione. Una volta creati i canali nell’area ricevente, il medico provvederà ad inserire le unità follicolari. Anche questa parte dell’intervento richiede grande attenzione e precisione: il medico dovrà inserire le unità follicolari attentamente e alla giusta angolazione in modo da garantire un risultato soddisfacente ed esteticamente naturale.

Quanto durano i capelli trapiantati 

La domanda “Il trapianto di capelli quanto dura?” riferita ai capelli trapiantati è una domanda frequentissima. Il paziente interessato al trapianto di capelli vuole sapere se il trapianto dura a vita o andrà ripetuto dopo un determinato periodo di tempo. Non è semplice dare una risposta definitiva a questa domanda poiché vanno presi in considerazione diversi fattori. In linea generale se il paziente si prende cura del trapianto e non si presentano problematiche o patologie impreviste il trapianto di capelli dura a vita.

Il trapianto di capelli dura a vita? 

Spesso i pazienti che si interrogano sul trapianto di capelli e quanto dura si chiedono se il trapianto di capelli dura a vita. Non c’è una risposta uguale per tutti i pazienti. Diversi studi hanno dimostrato che la durata del trapianto di capelli dipende dalla qualità e la genetica dei capelli della zona donatrice e dalla produzione di ormone DHT del paziente. I capelli che verranno impiantati nell’area ricevente saranno quelli dell’area donatrice, la parte della nuca. Per questo motivo il trapianto di capelli durerà tanto quanto i capelli dell’area donatrice. Geneticamente i capelli nella parte posteriore della testa sono resistenti all’alopecia e tendono quindi a non cadere o a resistere per un maggior tempo.

Ricerche a riguardo

Secondo uno studio1 i capelli trapiantati hanno le seguenti caratteristiche:

“Il grado di sopravvivenza e crescita dei capelli trapiantati è influenzato dalla zona donatrice. Il ciclo di crescita dei capelli trapiantati potrebbe cambiare in base alla zona donatrice. Il grado di crescita dei capelli potrebbe modificarsi subito dopo il trapianto secondo quello della zona ricevente, mantenendo questo cambiamento anche in futuro. […] Pensiamo dunque che l’area donatrice influenzi le caratteristiche di crescita dei capelli trapiantati”1

Nella maggior parte dei casi il trapianto di capelli dura per sempre e il paziente non presenta alcuna problematica. In alcuni casi, geneticamente i capelli del paziente erano destinati a cadere quindi si possono presentare durante la vecchiaia capelli più deboli o un leggero diradamento. Un altro fattore che influisce sulla durata del trapianto di capelli è l’ormone DHT, derivato dal testosterone, e una delle cause principali della caduta dei capelli. Qualora il paziente che si è sottoposto al trapianto di capelli dovesse soffrire di una eccessiva produzione di DHT, allora potrebbe soffrire di un leggero diradamento in futuro o assottigliamento dei capelli. Questo perché geneticamente alcuni capelli non sono destinati a rimanere per sempre o non sono completamente immuni all’ormone DHT. Questo non vuol dire che i capelli cadranno tutti completamente nello stesso momento ma alcuni pazienti possono notare un diradamento dopo 10, 20 o 30 o, generalmente, con l’avanzare dell’età anziana.

Cure nel periodo postoperatorio 

Un fattore che influenza la durata del trapianto di capelli è la cura nel periodo post operatorio. I primi mesi dopo il trapianto di capelli possono rovinare irrimediabilmente un trapianto di capelli. Il paziente che si pone la domanda “il trapianto di capelli quanto dura?” deve conoscere questo fattore. Seguire accuratamente tutti i consigli del medico nei mesi successivi al trapianto permetterà alle unità follicolari di ricrescere perfettamente e durare a lungo. Spesso azioni quotidiane eseguite nel periodo post operatorio possono non solo causare infezioni o infiammazioni ma anche la caduta delle unità follicolari inserite. Cadendo le unità follicolari non ricresceranno rovinando il trapianto di capelli.
Sebbene ci siano svariati consigli su cosa fare dopo il trapianto di capelli, i principali sono:

  • Toccare la zona del trapianto: nei primi tre giorni si sconsiglia di toccare la zona del trapianto di capelli a causa dell’instabilità delle unità follicolari; dopo il terzo giorno si potrà toccare la zona delicatamente solo per lo shampoo e la lozione;
  • Grattarsi: In nessun modo grattarsi o sfregare i capelli per il primo mese, questo potrebbe rovinare per sempre il trapianto di capelli o creare infezioni e/o infiammazione;
  • Cure e consigli: rispettare meticolosamente i consigli e le terapie medicinali del medico per i mesi successivi al trapianto di capalli;
  • Urti: Si consiglia al paziente di prestare la massima attenzione durante il primo mese dal trapianto, evitando l’attività fisica per 30 giorni almeno in modo da evitare urti, infezioni e irritazioni e prestando attenzione a non urtare la zona in nessu modo;

 

Cure dopo il trapianto di capelli 

Un altro fattore che influenza la durata del trapianto di capelli e dei follicoli inseriti è la terapia medicinale consigliata dal medico. Queste terapie medicinali devono essere prescritte sempre da un medico e mai decise dal paziente. Quando ci si interroga sul trapianto di capelli e quanto dura bisogna considerare che ci sono diverse terapie che possono aiutare i capelli trapiantati a rimanere ben saldi per tutta la vita. Queste cure combattono i fattori che aumentano il rischio di caduta dei capelli, mantenendo i follicoli piliferi in salute e ben saldi.

Alcune di queste terapie da seguire nel periodo post operatorio sono:

  • Il trattamento PRP: (Platelet Rich Plasma o Plasma Ricco di Piastrine) tramite la centrifugazione del sangue del paziente, viene estratto il plasma ricco di piastrine che verrà poi iniettato nel cuoio capelluto; questo trattamento rende più doppi e in salute i follicoli, contrastandone la caduta;
  • La mesoterapia: prevede l’iniezione di farmaci e vitamine nel cuoio capelluto prevenendo la perdita del capello e stimolandone la crescita;
  • Vitamine: il medico potrebbe prescrivere vitamine per mantenere i follicoli in salute;
  • Minoxidil: farmaco con proprietà vasodilatatrici, aiuta a nutrire i follicoli piliferi evitandone la caduta; non è una soluzione definitiva e può presentare diversi effetti collaterali;
  • Finasteide: controllando l’ormone DHT, causa della caduta dei capelli, questo farmaco riduce la perdita di capelli nel periodo post operatorio; anche in questo caso si parla di una terapia momentanea con molti effetti collaterali;

È molto importante per ogni paziente che si interroga sul trapianto di capelli e quanto dura sapere quali sono i fattori che influenzano entrambe le risposte a questa domanda. Nel caso dell’operazione è importante conoscere le varie fasi del trapianto in modo da avere un quadro della situazione e di quanto avverrà il giorno dell’intervento. Nel caso invece della durata dei capelli trapiantati è importante sapere come diversi fattori giochino un ruolo importante. Dalla professionalità del medico, alla genetica, agli ormoni e alla cura nel periodo postoperatorio.  In caso le terapie devono essere prescritte dal medico dopo un accurato check up del paziente. Le terapie fai da te o consigliate da amici, parenti, farmacisti o persone che si sono sottoposte al trapianto possono creare grandi danni alla salute oltre che al trapianto e devono essere evitate.

 

 

1 Hwang S, Kim J C, Ryu H S, Cha Y C, Lee, S J; Na G Y, Kim D W, Does the Recipient Site Influence the Hair Growth Characteristics in Hair Transplantation?, Dermatologic Surgery. Vol 28(9), Pg 795, Settembre 2002 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12269871

Bunagan M.J.K., Banka N., Shapiro J., Hair Transplantation Update: Procedural Techniques, Innovations and Applications, Dermatologic Clinics, Vol 31(1), Pg 141, Gennaio 2013 https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0733863512001003

Patwardhan N., Mysore V.,  Hair transplantation: Standard guidelines of care, Indian Journal of Dermatology, Venereology and Leprology, Vol. 74(7), Dicembre 2008 http://www.ijdvl.com/text.asp?2008/74/7/46/42287

Gentile, P., Garcovich, S., Bielli, A., Scioli, M. G.,  Orlandi, A., Cervelli, V., The effect of Platelet-Rich Plasma in Hair Regrowth: A randomized Placebo-Controlled Trial, Stem Cells Translational Medicine, Vol 4(11), Pag 1317, Novembre 2015 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26400925

Pin It on Pinterest

Share This