Trapianto di capelli FUT 

Il trapianto di capelli FUT è una tecnica di ristorazione dei capelli ormai quasi completamente abbandonata dai pazienti. Questo trapianto di capelli FUT prevede l’incisione di una singola striscia di tessuto e capelli dalla zona della nuca, la zona donatrice. Questa striscia di derma e capelli viene successivamente suddivisa in unità follicolari. Dopo aver aperto i canali che ospiteranno queste unità follicolari, si procederà all’inserimento una ad una delle unità follicolari. Il trapianto di capelli FUT è ormai in disuso a causa dei numerosi rischi ed effetti collaterali, facilmente evitabili nel trapianto FUE. Questi rischi sono svariati. Per citarne alcuni, possiamo parlare della antiestetica cicatrice nella zona donatrice, il maggiore rischio di danneggiamento dei nervi, di sanguinamento, necrosi e infezioni. 

Cosa è il trapianto FUT? 

Il trapianto FUT prevede il prelievo di unità follicolari tramite un’incisione orizzontale nella zona della nuca di circa 10-15 cm. èuna tecnica di trapianto di capelli introdotta per la prima volta dal Dr. Bernstein e il Dr. Rassman nel 1995. La striscia di pelle e tessuto verranno successivamente suddivise in singole unità follicolari, contenenti da 1 a 5 capelli al loro interno. Subito dopo l’incisione della cute si procede con i punti di sutura per chiudere la zona. Dopo aver suddiviso le unità follicolari il trapianto procede così come un trapianto di capelli FUE. Il medico procede all’apertura dei canali nella zona ricevente. Questi canali ospiteranno le unità follicolari. Le graft verranno inserite successivamente una ad una in base al numero di bulbi richiesti in una determinata zona. Negli ultimi anni questa tecnica è stata gradualmente abbandonata e i medici prediligono la tecnica FUE, grazie al ridotto numero di rischi. 

Perché il trapianto capelli FUT non è più utilizzato? 

Il trapianto di capelli FUT non è consigliato o utilizzato per diversi motivi. Alcuni di questi sono:

  • Incisione e cicatrice: il trapianto di capelli FUT richiede l’incisione di una striscia di pelle nella zona donatrice, la zona della nuca. Sebbene in caso di capelli lunghi questa possa essere nascosta, nella maggior parte dei casi la cicatrice è visibile e altamente antiestetica. Inoltre, alcune caratteristiche possono peggiorare le cicatrici. Dalle caratteristiche della pelle del paziente, quanto è tesa o la capacità di guarire nel periodo postoperatorio alle capacità del medico che esegue la procedura. I pazienti che vogliono portare i capelli corti o non lunghi noteranno maggiormente il problema della cicatrice;
  • Infezioni e danneggiamento dei nervi:La cicatrice non porta solo a problemi estetici ma anche a veri e propri problemi di salute. L’apertura di una ferita estesa porta ad un maggior numero di rischi sia durante che dopo l’operazione di trapianto di capelli FUT. Durante l’operazione c’è un maggior rischio di infezione e sanguinamento mentre nel periodo post-operatorio si può notare un danneggiamento dei nervi permanente che porta alla perdita di sensibilità, necrosi, sensazione di tiraggio o infezioni;
  • Periodo di recupero: Inoltre, il periodo di guarigione nel trapianto di capelli FUT, nella zona donatrice, è lungo e richiede un gran numero di attenzioni. Per tutti questi motivi i medici hanno preferito negli ultimi 10 il metodo FUE grazie all’assenza di tutti questi rischi e al minor numero di effetti collaterali. Il metodo FUE, inoltre, ha un processo di guarigione della zona donatrice molto più breve, solitamente intorno ad una settimana; 

Come viene eseguito il trapianto FUT? 

Il trapianto di capelli FUT viene eseguito in ambiente ospedaliere da un dottore e un team di infermieri che aiutano il medico. Prima di iniziare la procedura è necessaria una visita medica per valutare la situazione del paziente. Il suo livello di perdita di capelli, la sua situazione medica, eventuali allergie, terapie mediche o patologie. Si procede poi alle analisi del sangue per investigare ulteriormente sulla situazione clinica del paziente. In caso di analisi del sangue pulite si procede con l’anestesia.

Conclusa la fase di anestesia e sicuri che questa abbia fatto effetto si procede con l’incisione della zona donatrice per prelevare una striscia di pelle e unità follicolari. Questa striscia verrà successivamente suddivisa in unità follicolari o gruppi di unità follicolari. Le graft andranno conservate in maniera corretta, tenute sempre umide e fresche. Si procede dunque all’apertura dei canali e all’inserimento delle unità follicolari. Concluso l’inserimento delle graft, si conclude l’operazione.

Analisi della zona di trapianto 

 La prima fase nel trapianto di capelli FUT è la fase in cui il medico esegue una visita sul paziente e risponde a tutti i quesiti del medico. Il primo passaggio è l’analisi della zona donatrice, la parte della nuca. I capelli in questa zona della nuca non sono soggetti all’alopecia androgenetica e dunque alla caduta dei capelli. Per questo motivo si prelevano i capelli solo da questa zona. Il secondo passaggio è l’analisi della zona ricevente, la zona calva. Solo dopo aver effettuato queste due analisi il medico potrà parlare di risultati e aspettative. Il paziente dovrà parlare con il medico di terapie mediche che segue o se è affetto o meno da malattie. Alcune malattie o terapie impediscono di effettuare il trapianto di capelli alle tempie.

Si procede dunque a delineare la zona in cui verrà effettuato il trapianto e la nuova l’attaccatura dei capelli. Dopo aver delineato le zone, si procede all’analisi del sangue. Questo aiuterà a scoprire se il paziente può sottoporsi al trapianto di capelli FUT e per controllare infezioni, malattie o problematiche. Qualora le analisi non evidenzino nessuna problematica si può procede al trapianto di capelli FUT. 

Anestesia 

Il trapianto di capelli FUT è effettuato con anestesia locale. Il paziente non avrà nessun dolore durante l’operazione grazie all’anestesia. In nessun caso è possibile usare un’anestesia generale, l’anestesia locale è più che sufficiente per evitare il dolore durante l’intervento. Inoltre l’anestesia locale ha un numero minore di rischi e controindicazioni rispetto all’anestesia generale. I pazienti allergici all’anestesia non potranno sottoporsi a questo intervento. L’anestesia è iniettata nelle due zone del trapianto di capelli FUT: la zona della nuca e la zona calva. I pazienti che presentano una bassa soglia del dolore o con una fobia degli aghi possono risolvere questo problema. La sedazione è la soluzione anche per i pazienti che presentano paura degli aghi. Il medico procede alla sedazione per via orale o tramite aerosol. Questo rende incosciente il paziente durante l’iniezione di anestesia con ago.

Incisione e chiusura dell’area donatrice 

Il trapianto FUT viene eseguito incidendo la zona della nuca per prelevare pelle e unità follicolari. I capelli vengono rasati nella zona da cui verrà prelevata la striscia. Bisogna calcolare attentamente la grandezza dell’incisione, considerando che generalmente nei pazienti di origine caucasica 1cm2ha circa 100 unità follicolari. Si preferisce sempre creare una sola incisione con una sola striscia di pelle estratta. Solitamente si preleva una zona di pelle doppia 1cm e larga dai 10 ai 15 cm. Finito il prelievo della striscia di pelle si procede con la chiusura della ferita.1 

Suddivisione delle unità follicolari  

La suddivisione delle unità follicolari nel trapianto di capelli FUT è una fase molto importante e delicata. La striscia di pelle prelevata viene suddivisa in unità follicolari, prestando molta attenzione a non separare o danneggiare i bulbi dell’unità follicolare. Alcuni medici suddividono la striscia di tessuti in parti più grandi, che comprendono più di una unità follicolare.1Le unità follicolari vengono poi conservate durante l’apertura dei canali. Solitamente vengono conservate in una soluzione salina e in ambiente fresco.

Apertura dei canali

I canali sono piccole aperture di circa 1mm aperte nel trapianto di capelli FUT. Queste aperture ospitano le unità follicolari che verranno successivamente inserite al loro interno. L’apertura dei canali è molto importante in ogni tipo di trapianto, compreso il trapianto capelli fut. In questa fase si sceglie la direzione e l’angolazione del capello aprendo i canali. Questo permette di avere un aspetto naturale e imitare la naturale angolazione e direzione del capello. Questa fase dev’essere eseguita da un medico e non un infermiere proprio per la sua importanza. Prima di effettuare l’apertura dei canali bisogna già sapere quante unità follicolari vanno inserite in ogni zona della parte calva.1

Fattori da considerare  

I principali fattori da considerare nella fase di apertura dei canali del trapianto di capello FUT sono:

  1. Angolazione:l’angolazione dei capelli è importantissima in un trapianto di capelli FUT, poiché i capelli non crescono verticalmente ma a diverse angolazioni in base alla zona della testa. Riuscire a ricreare la giusta e naturale angolazione del capello assicura un trapianto di capelli di successo;
  2. Direzione:la direzione dei capelli è un altro fattore importante da considerare al momento dell’apertura dei canali nel trapianto di capello FUT. La direzione dei capelli viene considerata in base alla naturale direzione dei capelli, al lato della riga dei capelli e alla zona della testa in cui si aprono i canali;
  3. Distanza: la distanza tra un’unità follicolare e l’altra è molto importante per assicurare una buona densità senza posizionare le graft troppo vicine. Unità follicolari posizionate troppo vicine in un trapianto di capelli FUT potrebbero creare la possibilità che queste fuoriescano o che il capello rimanga intrappolato sottopelle.
  4. Densità:al momento dell’apertura dei canali il medico deve tenere a mente la densità desiderata e se ci sono zone in cui è necessario una maggiore densità o una minore densità;
  5. Copertura:il medico deve tenere a mente quali sono le zone da coprire e in cui inserire le unità follicolari e dove inserire una sorta di transizione con meno capelli, come ad esempio l’inizio dell’attaccatura dei capelli;

 

Inserimento delle unità follicolari  

Nel trapianto di capelli FUT, conclusa la fase di apertura di canali si procede con l’inserimento, una ad una, delle unità follicolari nella zona calva dei capelli. Il medico deciderà dove inserire unità follicolari da 1-2 bulbi, dove quelle da 3-4 e dove quelle più grandi, da 5-6 bulbi. L’inserimento delle unità follicolari è l’ultima fase del trapianto di capelli FUT. Finita questa fase, l’operazione sarà conclusa. 

Durata dell’intervento  

La durata dell’intervento di trapianto di capelli FUT dipende dalla grandezza dell’area calva e varia da medico a medico. In linea generale, un trapianto di capelli FUT può durare dalle 4 alle 8 ore. 

Effetti collaterali 

Il trapianto di capelli FUT presenta un grande numero di rischi ed effetti collaterali e per questo motivo la maggior parte dei medici evitano questa procedura. I principali effetti collaterali o rischi del trapianto di capelli FUT sono:

  1. Cicatrice antiestetica;
  2. Problemi nel processo di guarigione della ferita;
  3. Sanguinamento;
  4. Gonfiore;
  5. Danneggiamento ai nervi nella zona donatrice;
  6. Infiammazione;
  7. Infezione della ferita nella zona donatrice;
  8. Necrosi;
  9. Apertura dei punti di sutura nella zona donatrice;
  10. Difficoltà nel nascondere la cicatrice;

Trapianto capelli FUT costi 

Al mondo ci sono ancora pochissimi dottori che effettuano ancora il trapianto FUT, ormai evitato da tutti gli esperti di trapianto di capelli. In linea generale, quando si parla di trapianto di capelli FUT e costi, i prezzi variano da medico a medico e dal paese in cui si trova la clinica. In America la procedura può costare dai 4.000$ ai 20.000$. Italia e Europa partono dai 4.000€ ai 10.000€. In Turchia, invece, i pochi medici che praticano ancora il trapianto di capelli FUT richiedono dai 1.500€ ai 3.000€.

 

 

1Bernstein R.M., Rassman W.R., Follicular Unit Transplantation – 2005, Dermatologic Clinics, Vol 23(3), Pag 393, 2005 https://www.bernsteinmedical.com/downloads/FUT-2005.pdf

 

Pin It on Pinterest

Share This