Si possono tagliare i capelli dopo il trapianto?

Uno dei dubbi dei pazienti dopo il trapianto di capelli è come e quando tagliare i capelli dopo il trapianto. Con la crescita delle unità follicolari nell’area trapiantata ma allo stesso tempo anche dei capelli presenti sul resto del capo si andranno a creare dislivelli di lunghezza che occorrerà eliminare. D’altra parte, però, il paziente ha paura di rovinare l’esito del trapianto. Il primo taglio deve essere effettuato con l’utilizzo delle forbici e solo nell’area donatrice. La macchinetta per radere i capelli dovrà essere evitata per 6 mesi nell’area donatrice e un anno nella zona ricevente. Si consiglia, inoltre, di evitare l’uso del rasoio per un anno. Questi limiti servono a proteggere le zone soggette al trapianto e le unità follicolari trapiantate.

Il primo mese dopo il trapianto 

Il primo mese dopo il trapianto di capelli è abbastanza delicato per il rischio di perdita di capelli. Le unità follicolari infatti non sono ancora salde nei canali, la pelle e secca e potrebbe infettarsi facilmente. Occorre pertanto evitare che l’aria ricevente riceva qualsiasi tipo di trauma e pertanto attività fisica, taglio dei capelli e qualsiasi altro tipo di azione che potrebbe andare a compromettere l’area ricevente viene evitato nel primo mese dal trapianto di capelli.

Durante le prime settimane dopo l’operazione non è raccomandato fare attività sportive e avere rapporti sessuali. Nella zona donatrice dalla quale vengono estratte le unità follicolari i capelli possono essere tagliati con le forbici in media dopo 1 settimana. L’area ricevente potrà essere tagliata con le forbici solamente un mese dopo il trapianto poiché le unità follicolari dovranno prima stabilizzarsi nei canali. Durante il periodo di stabilizzazione i capelli trapiantati non cresceranno di molto. I capelli della zona donatrice vengono rasati, prima che venga eseguita l’operazione di trapianto, in modo da estrarre le unità follicolari con più facilità. In questo delicato periodo post operazione, tagliare in capelli con modalità errate potrebbe danneggiare le unità follicolari e quindi di conseguenza il risultato del trapianto di capelli. I tagli di capelli nei primi 2 mesi dopo l’operazione, pertanto, sono di fondamentale importanza.

Tagliare durante il primo mese 

Per non rischiare di toccare le unità follicolari in maniera errata con le forbici causandone così la fuoriuscita dai canali occorre non tagliare i capelli durante il primo mese successivo al trapianto di capelli. Ad un mese dal trapianto si potrà effettuare il primo taglio avvalendosi dell’utilizzo delle forbici stando però molto attenti a non toccare il cuoio capelluto. Questo primo taglio viene effettuato per eliminare le differenze di lunghezza tra l’area ricevente e quella donatrice che vengono a crearsi con la crescita dei capelli. Una tale differenza di lunghezza, creando un effetto estetico non gradevole, potrebbe andare infatti ad avere un impatto psicologico sul paziente stesso. L’area ricevente durante il primo mese non dovrà essere toccata per non correre il rischio di far fuoriuscire i capelli trapiantati dai canali. Si consiglia di chiedere però consiglio al medico curante qualora si voglia effettuare il primo taglio in seguito all’operazione.

Unità follicolari 

Durante il trapianto di capelli le unità follicolari vengono estratte dalla zona donatrice ed inserite nei canali della zona trapiantata. Onde evitare la fuoriuscita delle unità follicolari dal canale è necessario non tagliare i capelli durante il primo mese dopo il trapianto. Nel trapianto con tecnica Fue, infatti, vengono aperti dei canali nell’area che deve essere trapiantata e vi vengono inserite le unità follicolari che si prelevano dall’area donatrice. Occorreranno almeno un paio di settimane affinché le unità follicolari riescano ad ambientarsi nei nuovi canali. Pertanto dopo il primo mese dal trapianto è possibile tagliare i capelli trapiantati solo con le forbici così da non danneggiare le unità follicolari ancora non totalmente stabili nei canali.

Il cuoio capelluto 

Il canale aperto durante l’operazione di trapianto con tecnica FUE è una microferita del cuoio capelluto. Occorre pertanto avere molta attenzione nell’evitare che queste ferite si infettino venendo a contatto con dei microbi. Un’infezione, infatti, potrebbe causare l’uscita dei follicoli dai canali cosi come un qualsiasi tipo di botta o trauma. Occorre pertanto avere massima attenzione per la cura dell’area ricevente nel periodo successivo al trapianto perché sarà il periodo decisivo per la stabilizzazione del risultato dell’operazione. Il primo taglio di capelli successivo all’operazione si potrà avere effettuare ad un mese dal trapianto ma solamente con l’uso delle forbici e stando ben attenti a non sfiorare con le lame il cuoio capelluto onde evitare il crearsi di ferite. L’espansione dell’infezione sul cuoio capelluto andrebbe a provocare la caduta degli altri follicoli trapiantati. E’perciò assolutamente sconsigliato il taglio dei capelli nella zona trapiantata durante il primo mese successivo all’operazione.

I mesi successivi 

I mesi successivi al trapianto di capelli sono fondamentali per la radicazione dei bulbi piliferi nei canali e quindi per la crescita dei capelli in maniera sana. E’pertanto importante seguire la crescita dei capelli trapiantati eseguendone i tagli in maniera molto attenta e con i gusti mezzi. Il primo e secondo mese successivi all’operazione, pertanto, i tagli verranno effettuati solo con le forbici stando ben attenti però a non sfiorare la cute. In questo periodo infatti, si verifica il fenomeno dello shock loss grazie al quale i capelli trapiantati cadono per poi ricrescere più forti dalla radice. Pertanto in questi primi due mesi i capelli non avranno una crescita evidente di lunghezza. Dal terzo mese sarà invece possibile utilizzare la macchinetta ma solo con determinate gradazioni di lamette. Dal sesto mese sarà invece possibile la rasatura anche tramite rasoio.

Tagliare i capelli con le forbici 

Dal secondo mese successivo al trapianto, i capelli possono essere tagliati con le forbici, ma il rasoio non può ancora essere utilizzato. Durante il primo mese, grazie ad una serie di lavaggi, le croste di sangue presenti sul cuoio capelluto vengono rimosse ed il capello inizia a crescere. E’questo il momento considerato più favorevole per effettuare il primo taglio. Naturalmente, per evitare di danneggiare i capelli, il taglio dovrebbe essere eseguito con accortezza così da non andare a danneggiare le unità follicolari da poco trapiantate. Il taglio dovrebbe essere effettuato, pertanto, accorciando le estremità senza danneggiare i follicoli piliferi trapiantati e ancora in fase di assestamento nel canale. Qualora il primo taglio di capelli dovesse essere effettuato presso un barbiere, è necessario condividere queste informazioni onde evitare che vengano fatti danni all’area ricevente.

Tagliare i capelli con la macchinetta 

A tre mesi 3 mesi dal trapianto di capelli è possibile cominciare a tagliare i capelli con la macchinetta. Dal terzo mese, infatti, i capelli cominciano a crescere e la differenza di lunghezza con le altre aree della capigliatura comincia ad essere evidente. Non essendo le unità follicolari ancora ben stabili nei canali non è ancora possile utilizzare la macchinetta per il taglio dei capelli. A 3 mesi dal trapianto sarà ormai possibile utilizzare la macchinetta. Tale taglio però viene eseguito utilizzando la lametta numero 1 o 2. Rasando i capelli vicino al cuoio capelluto si può tagliare erroneamente la pelle appena guarita, pertanto non bisogna tagliare ad una distanza inferiore di 3 mm.

Tagliare i capelli con il rasoio 

A sei dal trapianto di capelli è possibile utilizzare il rasoio come lo si desidera. Infatti dal sesto mese quasi l’ 80% dei follicoli piliferi sono ormai ben radicati. Dopo il trapianto di capelli, il rasoio viene solitamente usato per lasciare i capelli liberi di ricresce più forti. Dal sesto mese la crescita dei capelli è ormai abbastanza evidente e pertanto è possibile tagliarli come lo si desidera.

 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest

Share This