Il trapianto di capelli è doloroso?

Una delle domande più frequenti che le persone interessate al trapianto di capelli pongono al proprio medico è “Il trapianto di capelli è doloroso? Fa male?” Per rispondere alla domanda “Il trapianto di capelli è doloroso?” bisogna prima considerare come il dolore sia completamente personale e la soglia di sopportazione cambi da paziente a paziente.

“Il trapianto di capelli è doloroso?”: il trapianto di capelli non è doloroso poiché durante l’intervento il paziente è sotto l’effetto di anestesia locale. L’unico dolore che il paziente potrebbe sentire è la somministrazione dell’anestesia; si può ovviare a questo problema con l’utilizzo di sedativi o di un jet injector.

Nel periodo post operatorio, invece, il dolore viene evitato grazie ad una terapia antidolorifica prescritta dal medico.

Il trapianto di capelli e l’anestesia

Per poter rispondere alle domande “il trapianto di capelli è doloroso?” bisogna concentrarsi sull’utilizzo e la somministrazione di anestesia, spiegandone gli effetti. L’anestesia è la pratica di somministrazione di medicinali tramite iniezione o inalazione allo scopo di bloccare ogni sensibilità al dolore per permettere al paziente di sottoporsi a un’operazione in modo indolore e non traumatico.

L’anestesia locale viene somministrata durante chirurgie minori e non invasive in cui non è necessario che il paziente non sia cosciente. Questo tipo di anestesia viene somministrata localmente attraverso un’iniezione per eliminare la sensibilità in una zona circoscritta del corpo, nel caso di trapianto capelli, la testa.

Questo tipo di anestesia è utilizzata in tutti i casi in cui il paziente può essere cosciente e si opera in un’area ristretta del corpo.

L’anestesia locale viene preferita a quella generale poiché considerata meno rischiosa e comporta un numero minore di effetti collaterali nel periodo postoperatorio. Ed è grazie all’utilizzo di anestesia che il medico risponderà negativamente alla domanda “il trapianto di capelli è doloroso?”.

Perché viene utilizzata l’anestesia locale?

L’anestesia locale blocca momentaneamente la sensibilità di una determinata zona mentre il paziente è sveglio e cosciente, evitando sensazioni dolorose durante un intervento di chirurgia non invasiva. Questo tipo di anestesia ha un numero limitato di effetti collaterali post trapianto di capelli che si limitano, solitamente, a una sensazione d’indolenzimento della zona.

Proprio per questo si procede con un’anestesia locale: il paziente non avrà nessuna sensibilità nella zona della testa ed è per questo che il trapianto di capelli non è doloroso. Il paziente potrà, per tutta la durata dell’intervento, riposare comodamente sdraiato, guardare un film o conversare con il personale medico.

Si può utilizzare l’anestesia generale?

No, non si può. L’anestesia generale rende il paziente completamente incosciente per tutta la durata della procedura e viene utilizzata per interventi di chirurgia invasiva. Questo tipo di anestesia è più aggressiva e ha un numero alto di effetti collaterali e rischi sia durante che dopo l’intervento.

Non è assolutamente necessario, dunque, sottoporsi ad anestesia generale per il trapianto di capelli. Questo tipo d’intervento richiede soltanto un’anestesia locale per evitare uno stato doloroso nel paziente.

La somministrazione dell’anestesia fa male?

L’unico momento in cui il trapianto di capelli può essere doloroso è la somministrazione dell’anestesia.

La somministrazione dell’anestesia locale prima del trapianto di capelli può essere leggermente dolorosa a causa dell’iniezione (si pensi a una puntura di zanzara); per non rendere questo passaggio del trapianto di capelli doloroso il medico ha due rimedi a disposizione:

  1. La preanestesia con il Jet Injector;
  2. La sedazione prima del trapianto;

In seguito verranno analizzate queste due tecniche per ridurre al minimo la sensazione di dolore che precede l’autotrapianto di capelli.

La preanestesia con il Jet Injector

Un numero sempre maggiore di pazienti dichiara di soffrire di Tripanofobia, la paura di aghi e siringhe; per questi pazienti il momento dell’anestesia è spesso difficile.

Spesso questi pazienti non solo chiedono al proprio medico se il trapianto di capelli è doloroso ma anche come rimediare alla paura di aghi e siringhe.

Fortunatamente, c’è una soluzione per questo problema: il medico provvederà a somministrare una prima anestesia utilizzando un jet injector senza aghi che renderà la zona insensibile durante la somministrazione di anestesia con ago.

La somministrazione di anestesia tramite jet injector non è un processo doloroso e rende insensibile la testa per il periodo necessario alla somministrazione dell’anestesia con ago. 

Il paziente che soffre di paura degli aghi, dunque, non avrà alcuna sensibilità nella zona in cui verranno effettuate le iniezioni.

L’anestesia locale con sedazione nel trapianto di capelli

Qualora l’utilizzo del jet injector non fosse sufficiente per ridurre la paura degli aghi nel paziente, il medico provvederà a somministrare un sedativo.

La somministrazione di un sedativo serve a facilitare le procedure mediche mentre il paziente è addormentato e in totale assenza di stress.

Si somministra il sedativo tramite inalazione con mascherina o per via orale. Si addormenta il paziente per 20-30 minuti circa durante i quali si provvederà alla somministrazione dell’anestetico tramite siringa senza alcuna sensibilità o preoccupazione.

Come viene somministrata l’anestesia nel trapianto di capelli?

La somministrazione di anestesia prima del trapianto di capelli è un processo semplicissimo.

  • Dopo aver rasato la testa, il paziente viene fatto sdraiare e la zona donatrice e la zona ricevente vengono disinfettate con tintura di iodio;
  • L’anestesiologo somministrerà l’anestesia in base ai bisogni del paziente in entrambe le zone della testa; se l’area calva è grande si inizierà con l’anestetizzazione dell’area donatrice per prelevare il maggior numero di follicoli possibili, se l’area calva è piccola, invece, si procederà con l’anestesia prima nella parte ricevente, in modo che il medico possa aprire i canali e decidere quanti follicoli sono necessari; l’utilizzo di anestesia locale è il motivo per cui il trapianto di capelli non è doloroso;
  • Si procede dunque con l’anestesia in diversi punti della testa e il processo richiede all’incirca 3 minuti per la somministrazione e 15-20 per fare effetto;
  • Il trapianto di capelli richiede dalle 6 alle 8 ore quindi, se necessario, il medico provvederà ad ulteriori somministrazioni di anestesia;
  • Nel caso in cui il paziente dovesse essere allergico a determinati farmaci o all’anestesia, è importante avvisare il medico che provvederà a somministrare farmaci e anestesia personalizzati;
  • Il paziente dovrebbe evitare di assumere alcool, sostanze stupefacenti, medicine e fumare nei giorni precedenti all’intervento;

Il dolore durante la procedura di trapianto

Dopo aver effettuato l’anestesia si aspetterà il tempo necessario affinché questa faccia effetto e solo dopo questo periodo si inizierà con il trapianto. In questo modo il paziente non avrà nessun dolore e potrà tranquillamente rilassarsi durante la procedura.

È per questo motivo che il trapianto di capelli non è doloroso.

Ovviamente, il dolore è qualcosa di estremamente soggettivo ma i pazienti solitamente parlano del trapianto di capelli come non doloroso.

Il dolore nel periodo postoperatorio

Spesso i pazienti non si chiedono solo se il trapianto di capelli è doloroso ma si interrogano sul trapianto di capelli e il dolore post operatorio.

Il trapianto di capelli non è un’operazione invasiva e dopo il trapianto di capelli non ci saranno gravi complicanze e rischi, soprattutto grazie al passaggio da tecniche di trapianto FUT a tecniche FUE. Alcuni pazienti hanno riscontrato tre principali problematiche nel periodo successivo all’intervento:

  • Dolore: Il livello di dolore post operatorio è puramente soggettivo e alcuni pazienti dichiarano di non aver provato dolore nei giorni successivi all’intervento mentre altri hanno provato dolore nella prima settimana. Il dolore è solitamente limitato alla zona ricevente ma può colpire anche la zona donatrice e tende a svanire naturalmente in pochi giorni e può essere contrastato da antidolorifici consigliati dal medico;

  • Dolore pulsante: Nei giorni successivi all’intervento si potrebbe avere la sensazione che la testa batta, che pulsi; questo non succede a tutti i pazienti ma è assolutamente normale nella prima settimana;
  • Mal di testa: Alcuni pazienti soffrono di mal di testa dopo il trapianto. Anche in questo caso, non c’è da preoccuparsi. Gli antidolorifici prescritti dal medico e il riposo aiuteranno a risolvere il problema.

Consigli per rimediare al dolore post operatorio

Di grande importanza dopo il trapianto di capelli è sapere come comportarsi e cosa fare. Seguire le istruzioni del medico e i suoi consigli aiuterà il paziente ad avere un risultato di successo. Quando si parla di dolore postoperatorio è importante seguire piccoli accorgimenti, tra cui:

  • Seguire accuratamente la terapia antidolorifica prescritta dal medico: il medico prescriverà una terapia da iniziare subito dopo il trapianto di capelli composta, tra gli altri, di un antidolorifico da banco;
  • Non aspettare che il dolore si manifesti: il primo giorno, ancora sotto anestesia, il paziente potrebbe decidere che l’uso di antidolorifici non è necessario ma è importante iniziare subito questa terapia; lo scopo dell’utilizzo di antidolorifici non è rimediare al dolore ma fare in modo che non si presenti;
  • Riposo: il riposo è importante non solo il giorno dell’intervento ma anche nei giorni successivi, aiuterà il paziente ad affrontare al meglio il periodo post operatorio;
  • Dormire in posizione eretta: dormire in una posizione eretta aiuta a ridurre al minimo il gonfiore nelle zone soggette a trapianto e il fastidio causato da esso;
  • Contattare il proprio medico: nel caso in cui si presentino dolori più forti del previsto o prolungati nel tempo e la terapia non dovesse fare effetto, si consiglia di contattare il proprio medico immediatamente.

Nussbaum, B. P., Reducing pain during hair transplant lidocaine infiltration, Dermatologic Surgery Vol 28(2), Pg 198, Febbraio 2002 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11231264

Wenceslao, M., Louie, D., Anesthesia in Hair Transplantation, http://dx.doi.org/10.5772/intechopen.78352

Dr. Ahmad, M., Dr. Mohmand, H., Nerve Blocks or Subcutaneous Injections: Comparison of Pain Levels in Patients Undergoing Hair Transplant Surgery, Pakistan Journal of Plastic Sourgery, Vol 4, Marzo 2015 https://www.researchgate.net/publication/291336895_Nerve_Blocks_or_Subcutaneous_Injections_Comparison_of_Pain_Levels_in_Patients_Undergoing_Hair_Transplant_Surgery

Avram M., Rogers N., Contemporary Hair Transplantation, Dermatologic Surgery, Vol 35(11), Pg 1705, November 2009

Pin It on Pinterest

Share This