fbpx

Gonfiore dopo il trapianto di capelli

Il gonfiore dopo il trapianto di capelli, o edema, è causato da una quantità eccessiva di liquidi nei tessuti ed è una conseguenza comune nel trapianto di capelli.

Questo gonfiore dopo il trapianto di capelli si verifica solitamente nei primi tre giorni che seguono la procedura nella zona della fronte, del naso e degli occhi.

Il gonfiore è causato della soluzione salina e anestesia inserita nello spazio sottocutaneo e a causa del trauma causato dal prelievo e dall’inserimento delle unità follicolari.

In alcuni casi oltre al gonfiore il paziente può presentare lividi nella zona perioculare. La presenza di gonfiore dopo il trapianto di capelli non deve spaventare il paziente poiché si tratta di una normale reazione del corpo, indolore e non pericolosa, e solitamente scompare tra il terzo e il quinto giorno.

Le cause gonfiore dopo il trapianto di capelli

L’edema nella zona della fronte e degli occhi è una normale reazione del nostro corpo al trapianto di capelli e può avere diverse cause.

Le quattro principali cause del gonfiore post trapianto di capelli sono: L’uso di soluzione salina Il processo del trapianto di capelli Urti e traumi L’utilizzo di anestetico L’uso di soluzione salina

Per inserire al meglio le unità follicolari durante il trapianto di capelli, il medico necessita di una cute tesa e liscia e un maggiore spazio tra cute e cranio di quello presente naturalmente.

La distanza tra la cute e il cranio è così ridotta che rende difficile l’inserimento delle unità follicolari. Per questo motivo il medico inietta nella parte sottocutanea una soluzione salina che solleva la pelle e la distende.

Questo per permettere al medico un inserimento del follicolo meno complicato. La soluzione salina rimane nella zona sottocutanea anche dopo l’intervento, per i primi giorni.

Questi liquidi si spostano verso il basso dall’attaccatura dei capelli e la fronte proseguendo verso gli occhi e le guance. La soluzione salina è una delle cause del gonfiore dopo il trapianto di capelli.

Questa verrà eliminata dal corpo entro il quinto giorno e il gonfiore scomparirà.

Il processo del trapianto di capelli 

Per eseguire il trapianto di capelli il medico aprirà dei canali di circa due o tre millimetri per prelevare dall’area donatrice e poi inserire nell’area ricevente le unità follicolari. L’apertura di questi canali influenza la circolazione sanguigna e può portare al gonfiore dopo il trapianto di capelli.

Urti e traumi 

Nel periodo postoperatorio la cute è sensibile e i follicoli non sono ancora ben saldi all’interno dei canali. Il medico consiglia al paziente di prestare grande attenzione nelle prime due settimane dopo il trapianto di capelli

Urti o forti pressioni nella zona del trapianto potrebbero causare lividi, sanguinamenti, gonfiore e la caduta delle unità follicolari inserite. Anche lo sfregamento della testa contro il cuscino potrebbe causare del gonfiore dopo il trapianto di capelli.

Si consiglia al paziente di dormire in posizione eretta con un angolo di 45 gradi per i primi giorni. In caso di urti si consiglia al paziente di rivolgersi immediatamente al proprio medico.

L’utilizzo di anestetico 

Prima dell’operazione di trapianto di capelli il paziente verrà sottoposto ad anestesia locale. Questa è iniettata in diverse zone della testa in modo da rendere la procedura completamente indolore. 

L’inserimento del fluido anestetico all’interno della pelle può causare del gonfiore dopo il trapianto di capelli. Così come per l’inserimento di soluzione salina, anche l’anestetico rimane nell’area sottocutanea creando gonfiore.

L’anestetico si sposterà dalla parte alta alla parte bassa del viso, quindi dalla fronte alle guance.

Come rimediare al gonfiore dopo il trapianto di capelli

Il gonfiore dopo il trapianto di capelli è una conseguenza comune e tende a scomparire entro la prima settimana. Sebbene sia impossibile evitare l’edema nel periodo postoperatorio, ci sono alcuni rimedi per il gonfiore. 

Per il paziente è importante sapere cosa fare dopo il trapianto di capelli. La clinica, ad esempio, posizionerà una benda intorno alla testa che applicando una leggera pressione ridurrà il gonfiore.

Altri rimedi per il gonfiore dopo il trapianto di capelli sono:

  • Posizione eretta: Non piegarsi in avanti o dormire completamente sdraiati, si consiglia di mantenere una posizione eretta durante il sonno per i primi tre o quattro giorni;
  • Liquidi: Si consiglia al paziente di bere acqua il più possibile poiché con il processo di diuresi, insieme all’acqua, verranno eliminate la soluzione salina e l’anestesia;
  • Alimentazione: Si consiglia al paziente di evitare alimenti salati, piccanti o caffeina poiché aumentano la ritenzione idrica;
  • Attività fisica: qualsiasi attività fisica che aumenti la circolazione del sangue, come gli sport o l’attività sessuale, vanno evitati durante i primi sette giorni, queste inoltre potrebbero causare traumi o urti alla zona del trapianto;
  • Medicinali: Il medico potrebbe raccomandare l’uso di medicinali contenenti steroidi per ridurre il gonfiore, non utilizzare in nessun caso terapie fai da te o consigliate da terzi;
  • Impacchi: Per rimediare al gonfiore il paziente può applicare impacchi freddi nella zona della fronte e degli occhi stando ben attento a non applicare nessuna pressione sull’area ricevente del trapianto del capelli;

Seguendo questi consigli il gonfiore dopo il trapianto di capelli dovrebbe diminuire entro la prima settimana dal trapianto di capelli. In presenza di anomalie o traumi si consiglia al paziente di contattare immediatamente il medico che ha effettuato il trapianto.

Quando scompare il gonfiore dopo il trapianto di capelli

Il gonfiore dopo trapianto capelli si presenta nei primi giorni e tende a scomparire entro il quinto. Nel caso in cui il gonfiore continuasse entro questo limite si consiglia di contattare immediatamente il proprio medico.

Patwardhan N, Mysore V,  Hair transplantation: Standard guidelines of care, Indian Journal of Dermatology, Venereology and Leprology, Vol 74(7), Dicembre 2008

Gholamali A, Sepideh P, Susan E, Hair Transplantation: Preventing Post-operative Oedema, Journal of Cutaneous and Aesthetic Surgery, Vol 3, Pg 87, Maggio-Agosto 2010

Loganathan E, Sarvajnamurthy S, Gorur D, Suresh DH, Siddaraju MN, Narasimhan RT, Complications of hair restoration surgery: a retrospective analysis, International Journal of Trichology, Vol 6(4), Pg 168, 2014

Salanitri S, Gonçalves AJ, Helene A, Junqueira Lopes FH,  Surgical Complications in Hair Transplantation: A Series of 533 Procedures,  Aesthetic Surgery Journal, Vol 29 (1), Pg 72, January 2009

Pin It on Pinterest

Share This