Il DHT

Il DHT o Diidrotestosterone, anche chiamato 5α-DHT o5α-Diidrotestosterone, è un metabolita, il prodotto di un processo del metabolismo, derivato dal Testosterone formato grazie alla conversione da parte dell’enzima 5α-reduttasi.

È convertito nella prostata, nei bulbi piliferi nella pelle e il fegato. Il DHT prodotto in pelle e capelli fa parte del Tipo I di DHT. Il Diidrotestosterone fa parte degli ormoni androgeni ma, nonostante il nome, si presenta nel corpo dell’uomo come in quello della donna.1 2

Il DHT viene spesso collegato alla caduta dei capelli e in modo più particolare all’Alopecia Androgenetica maschile e femminile. Queste due patologie richiedono una predisposizione genetica ma sono fortemente collegate alla presenza di testosterone e Diidrotestosterone.

In questo articolo si spiegherà cosa è il DHT e come il testosterone e il DHT influenzano la caduta dei capelli in caso di Alopecia Androgenetica. Verranno inoltre analizzati prodotti naturali e medicinali capaci di ridurre la conversione del DHT.

Cosa è il DHT? 

Il Diidrotestosterone, abbreviato in DHT, o 5α-Diidrotestosterone, abbreviato in 5α-DHT, è un metabolita, cioè il prodotto di un processo del metabolismo, biologicamente attivo. Il DHT è infatti derivato dal Testosterone, un ormone androgeno, e trasformato da un enzima chiamato 5α-reduttasi.

DHT si forma nella prostata, nella pelle, nelle ghiandole surrenali e nei follicoli piliferi. Il Testosterone è un ormone che non solo regola le funzioni metaboliche e sessuali ma aiuta le facoltà cognitive. Ad esempio, diminuisce le possibilità di demenza e depressione. Migliora inoltre la circolazione sanguigna.

L’enzima chiamato 5α-reduttasi trasforma il Testosterone in DHT. L’ormone androgeno Diidrotestosterone stimolano lo sviluppo delle caratteristiche maschili e il loro mantenimento. Infatti, il feto maschile produce Testosterone già nell’utero e forma tutti i caratteri di genere maschile.

Il DHT permette caratteristiche maschili legate alla maturità sessuale, come la crescita di barba e peli corporei e la profondità maggiore della voce.

Rispetto al Testosterone, quindi l’ormone non trasformato dalla 5α-reduttasi, il DHT è tre volte più potente poiché più affine ai ricettori androgeni di circa 5 volte.I follicoli piliferi sono siti in cui il Testosterone viene trasformato in Diidrotestosterone.1 2 3

Il Testosterone e la caduta dei capelli 

Il Testosterone e la caduta dei capelli, così come il DHT e la caduta dei capelli, vengono spesso discusse da pazienti che soffrono di Alopecia Androgenetica maschile e femminile.

Bisogna sempre tenere a mente che queste due patologie necessitano una predisposizione genetica per presentarsi. Senza questa predisposizione, infatti, il DHT e il Testosterone non hanno alcun effetto sui capelli.

I follicoli piliferi sono siti attivi di produzione di Diidrotestosterone e 5 volte più affini ai ricettori androgeni e per questo follicoli soggetti a causa genetica a questi ormoni vengono fortemente colpiti.2 3 4

Nel caso di Alopecia Androgenetica maschile i follicoli piliferi sono soggetti alla maggiore produzione di DHT che porta alla miniaturizzazione del follicolo pilifero che porta alla sua permanente caduta, creando zone calve.4

Nel caso di Alopecia Androgenetica femminile, invece, c’è una maggiore produzione di Testosterone con una minore conversione in DHT.4

L’Alopecia Androgenetica e il DHT 

L’Alopecia Androgenetica maschile è una patologia con cause genetiche. Porta alla caduta dei capelli nella zona frontale, superiore e del vertex negli uomini. I follicoli piliferi dei nostri capelli hanno ricettori androgeni al loro interno.

I follicoli piliferi di un paziente affetto da Alopecia Androgenetica hanno una maggiore sensibilità al DHT. In presenza di DHT, inizia un processo di miniaturizzazione, che porta alla caduta permanente.

Un follicolo miniaturizzato è un bulbo che diventa sempre più piccolo fino ad uscire dall’interno della cute e cadere permanentemente. Uno studio ha dimostrato che nella maggior parte dei pazienti che soffrono di Alopecia Androgenetica hanno una maggiore produzione di Diidrotestosterone comparata alla produzione di testosterone.

Quindi, in caso di normale produzione di Testosterone, il corpo, tramite 5α-reduttasi, produce una maggiore quantità del normale di DHT.Ad oggi, non è stato spiegato dalla scienza come solo la parte del vertex e della parte alta dei capelli sono soggetti alla caduta nell’Alopecia Androgenetica.

La parte posteriore e laterale, si pensi all’area della nuca e superiore alle orecchie, non sono colpite da questa patologia.

L’Alopecia Androgenetica Femmine e il DHT 

Per molto tempo l’Alopecia Androgenetica Femminile è stata semplicemente considerata la versione femminile dell’Alopecia Androgenetica. In realtà è stato dimostrato che l’Alopecia Androgenetica Femminile è una patologia completamente diversa.

Prima di tutto presenta una sintomatologia diversa. Colpisce solo la parte alta e centrale della testa. Lascia una fascia di capelli nella parte dell’attaccatura di capelli. La differenza di sintomi è data anche dal diverso modo in cui il corpo di una donna e uomo metabolizzano il testosterone.

Se nel caso di Alopecia Androgenetica maschile lo studio riportava una maggiore quantità di DHT rispetto al Testosterone, nel caso di Alopecia Androgenetica Femminile si notano maggiori quantità di Testosterone e una minore quantità di DHT.4

Ed è per questo motivo che inibitori di DHT non hanno lo stesso effetto nelle donne come negli uomini. Alcuni disturbi infatti hanno dimostrato che in caso di assunzione di inibitori della 5α-reduttasi e un placebo i risultati non erano differenti.3 4

Non è stato, ad oggi, spiegato come solo alcuni capelli sono soggetti alla caduta in caso di Alopecia Androgenetica. Nelle donne, infatti, si presenta solitamente un assottigliamento generale.

Oppure una caduta dei capelli concentrata nella zona alta della testa, lasciando intatti il resto dei capelli e la parte dell’attaccatura dei capelli.

Troppo DHT fa cadere i capelli? 

Quando si parla di DHT e il suo effetto sulla caduta dei capelli non bisogna cadere in false informazioni. Il DHT, da solo, non porta alla caduta dei capelli. Viene prodotto dal corpo di uomini e donne senza distinzioni.

Se il DHT facesse cadere i capelli ogni persona sarebbe calva e questo non è certamente il caso. Il DHT è parte del processo di caduta di capelli in caso di Alopecia Androgenetica.

Solo in caso di predisposizione genetica. Per questo motivo non tutte le persone al mondo sono calve. Senza predisposizione genetica il Diidrotestosterone non ha alcun effetto sui capelli.

Inibitori del DHT 

Come spiegato precedentemente, il DHT è un fattore collegabile alla caduta dei capelli soprattutto negli uomini. Gli inibitori del DHT sono sostanze che bloccano la 5α-reduttasi, che trasforma il Testosterone in DHT.

Questi inibitori, dunque, bloccano la possibilità di avere una maggiore produzione di DHT in caso di Alopecia Androgenetica. È possibile trovare questi inibitori sia in prodotti naturali che nel medicinale conosciuto come Finasteride.

Inibitori del DHT naturali

In natura alcune piante presentano una naturale capacità di inibire il processo di trasformazione del Testosterone in DHT tramite la 5α-reduttasi. Questi rimedi naturali bloccano la 5α-reduttasi, rendendo più difficile la trasformazione di Testosterone in DHT.

Limitare la produzione di DHT può aiutare a rallentare o diminuire gli effetti dell’Alopecia Androgenetica e dunque la perdita di capelli. I rimedi naturali, ad eccezione della Serenoa, possono essere utilizzati senza il parere medico senza eccedere nell’assunzione.

Ovviamente i rimedi naturali non hanno la stessa potenza di medicinali ma sono comunque un ottimo aiuto in caso di Alopecia Androgenetica.

  • Serenoa Repens o Saw Palmetto: il principio attivo di questa pianta (una pianta con fusto) inibisce la la 5α-reduttasi di tipo I (prodotta in pelle e capelli). Si consiglia di parlare con il proprio medico prima di usare questo supplemento;8
  • Semi di zucca: proprietà inibitrici del DHT e spesso sono presenti in preparati in congiunzione con la Serenoa;
  • Ortica: all’interno dell’ortica è presente il betasitosterolo capace di ridurre la presenza di DHT;
  • Olio di rosmarino: l’uso dell’olio di rosmarino è stato studiato in correlazione con l’uso del minoxidil 2%. Gli effetti sono simili e portano ad una riduzione di produzione di DHT e ad un aumento della circolazione sanguigna che porta alla stimolazione della crescita del capello. L’olio essenziale di rosmarino è per topico e dev’essere sempre e solo diluito in altri oli, come quello di Ricino, Jojoba e Oliva con 3 o 5 gocce di olio di rosmarino per 30ml di olio e massaggiare sulla testa o diluire con il proprio shampoo con lo stesso dosaggio e lasciare in posa durante il lavaggio;5
  • Tè verde: il tè verde possiede infiniti benefici per il corpo, tra i quali aiutare a ridurre la produzione di DHT. Si consiglia di utilizzare un tè verde organico e naturale e non superare le 3 tazze al giorno;
  • Semi di lino: i semi di lino aiutano a contrastare il DHT e si assumono macinati o con l’olio di semi di lino. L’olio di semi di lino può essere massaggiato anche nella zona da trattare;

Finasteride 

La Finasteride è un farmaco approvato dall’FDA che controlla la produzione di DHT aiutando i pazienti in caso di Alopecia Androgenetica. Può essere solo prescritta da un medico e assunta continuativamente nel tempo.

La Finasteride può portare a seri effetti collaterali come calo di libido, diminuzione del numero di spermatozoi e disfunzione erettile. Per questo solo un medico può prescriverla e deve monitorare nel tempo gli effetti collaterali.1 6

Può essere trovata in commercio con diversi nomi, tra cui Propecia.

Referenze

1Swerdloff R.S., Dudley R.E., Page S.T., Wang C., Salameh W.A., Dihydrotestosterone: Biochemistry, Physiology and Clinical Implications of Elevated Blood Levels, Endocrine Reviews, Vol 38(3), Pag 220, Giugno 2017

2https://it.wikipedia.org/wiki/Diidrotestosterone

3Vierhapper H., Nowotny P., Maier H., Waldhäusl W., Production rates of Dihydrotestosterone in healthy men and women in men with Male Pattern Baldness: Determination by Stable Isotope/Dilution and Mass Spectrometry, The Endocrine Society, Vol 86(12), Pag 5762, Dicembre 2001https://academic.oup.com/jcem/article/86/12/5762/2849261

4Vierhapper H., Maier H., Nowotny P., Waldhäusl W., Production rates of testosterone and of dihydrotestosterone in female pattern hair loss,Metabolism, Vol 52(7), Pag 927, Luglio 2003 https://www.metabolismjournal.com/article/S0026-0495(03)00060-X/fulltext

5Panahi Y., Taghizadeh M., Marzony E.T., Sahebkar A., Rosemary oil vs Minoxidil 2% for the treatment of androgenetic alopecia: a randomized comparative trial, SkinMed, Vol 13(1), Pag 15, http://europepmc.org/abstract/med/25842469

6Basaria S., Jasuja R., Huang G., Wharton W., Pag H., Pencina K., Li Z, et al., Characteristics of Men who report persisten sexual symptoms after Finasteride Use for Hair Loss, The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, Vol 101(12), Pag 4669, Dicembre 2016

7Norwood O.T., Lehr B., Female Androgenetic Alopecia: a separate entity, American Society for Dermatologic Surgery, Vol 26, Pag 679, 2000 https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1046/j.1524-4725.2000.99310.x

8https://it.wikipedia.org/wiki/Serenoa_repens

 

Pin It on Pinterest

Share This