Come si effettua il calcolo delle unità follicolari?

Il calcolo delle unità follicolari è una parte della pianificazione molto importante del trapianto di capelli. Viene effettuata dal medico nella visita preliminare all’operazione stessa. Il calcolo delle unità follicolari consiste nel definire il numero di unità follicolari (graft) che il dottore andrà a prelevare dall’area donatrice e ad inserire nell’area che subirà il trapianto. L’area donatrice è solitamente la zona della nuca poiché è la zona che solitamente rimane più folta nei pazienti affetti da alopecia poichè geneticamente questa malattia porta il paziente a perdere i capelli progressivamente nelle diverse aree del capo ma non sulla nuca. Pertanto l’area della nuca è anche l’unica zona in grado di ‘donare’ unità follicolari al fine di eseguire l’operazione di trapianto di capelli. In base alla densità dell’area donatrice si calcola quante unità follicolari sarà possibile prelevare e di conseguenza quanta superficie dell’area ricevente sarà possibile ricoprire.

Cosa sono le unità follicolari? 

Con il termine unità follicolare (graft) si va ad indicare non il singolo capello prelevato per poi essere successivamente trapiantato ma una parte di cuoio capelluto contente più capelli. Nel trapianto di capelli l’unità follicolare è l’unico elemento da spostare [1]. Ogni capello ha un bulbo, follicolo (parte del capello sottocutanea) e busto. Bulbo e follicolo insieme vanno a formare la radice del capello. Quando si vanno a prelevare le unità follicolari durante il trapianto, insieme al bulbo viene prelevata una piccola parte di pelle contenente, muscolo, capillari e grasso circostante. Successivamente l’unità follicolare viene trapiantata nel canale aperto dal medico nell’area ricevente. Il medico preleva l’unità follicolare e non solamente il capello affinché quest’ultimo rimanga vivo fino al trapianto nel nuovo canale.

In un’unità follicolare quanti capelli ci sono?

In media un’unità follicolare contiene dai 2-3 i fino ad anche 7 capelli. Ad esempio se consideriamo un numero di 2000 unità follicolari ciò significa che avremo in esso contenute dai 3000 ai 5000 capelli. Pertanto ogni caso è un caso a se stante e il calcolo delle unità follicolari viene eseguito considerando anche questa variabile.

Quante unità follicolari si possono trapiantare?

Il calcolo delle unità follicolari va a definire il numero di graft che verranno utilizzati per effettuare l’operazione di trapianto di capelli. Questi vengono prelevati dalla cosiddetta area donatrice che solitamente è l’area della nuca. Non vi è un limite al numero di graft che verranno utilizzati se non la disponibilità dell’area donatrice ma in una singola operazione non è possibile trapiantare più di 4500-4600 unità follicolari onde evitare il rischio di necrosi. Va inoltre detto che è importante non andare a sfruttare eccessivamente l’area donatrice prelevando un eccessivo numero di unità follicolari lasciando chiazze in quest’ultima poco dense e non estetiche. Qualora infatti il paziente necessiti di un numero superiore di graft per coprire appropriatamente l’area trapianta, il trapianto dovrà essere effettuato in più sedute affinché il risultato non vada a danneggiare la sua salute e la sua immagine.

La prima cosa che verrà fatta durante il processo di calcolo delle unità follicolari sarà definire quante unità si possono prelevare e quindi in base a tale dato si capirà quanta superficie dell’area ricevente si potrà andare a coprire effettuando il trapianto di capelli.

Le unità follicolari utilizzate per l’operazione di trapianto di capelli devo essere necessariamente del paziente (si parla perciò di autotrapianto). Qualora infatti si andassero ad impiantare nella pelle del paziente delle unità follicolari che non gli appartengono, queste verrebbero respinte dal suo metabolismo ed il trapianto non avrebbe un risultato di successo.

La zona donatrice 

Il calcolo delle unità che verranno utilizzate nell’operazione del trapianto di capelli viene fatto fatto in base alla necessità dell’area da trapiantare ma sopratutto in base alla disponibilità di capelli dell’area donatrice. Più l’area donatrice sarà folta più il trapianto di capelli avrà un risultato estetico poiché quest’ultima manterrà un aspetto folto ma allo stesso tempo andrà a fornire il numero sufficiente di unità follicolari del quale necessita l’area che sarà trapiantata. L’area donatrice è solitamente la zona della nuca poiché questa zona è l’unica zona che per motivi geentici non perde i capelli nei soggetti affetti da alopecia androgenetica.

Dopo aver eseguito il calcolo delle unità follicolari, il medico deciderà quante unità follicolari saranno necessarie per eseguire l’operazione e, una volta iniziato il trapianto, per prima cosa le preleverà dall’area donatrice mettendole a riposare in una soluzione salina in attesa di innestarle nei canali che aprirà nell’area calva.

La zona ricevente 

La zona ricevente verrà esaminata dal medico prima dell’operazione e sarà questo il momento in cui grazie al calcolo delle unità follicolari si andrà a decidere di quante unità follicolari necessita per essere ricoperta in maniera che abbia un’aspetto estetico e sano. Qualora l’area donatrice non sia tanto folta da soddisfare tale bisogno, occorrerà disegnare una linea dei capelli anteriore rispetto a quella normale. Dopo aver effettuato il calcolo delle unità follicolari ed aver disegnato la linea de capelli tenendo conto sia della disponibilità di graft dell’area donatrice che della linea desiderata dal paziente, il medico procederà prima con l’estrazione delle unità follicolari e poi, successivamente, dopo aver aperto i canali nella zona ricevente, al loro inserimento in quest’ultimi.

Esiste un limite massimo di unità follicolari 

Possiamo però sottolineare che per ogni singolo intervento non bisogna trapiantare più di 4500-4600 unità follicolari perche si andrebbe a far correre al paziente il rischio di necrosi. Pertanto qualora il paziente necessiti di un intervento con un trapianto di più di 4500-4600 unità follicolari, questo dovrà essere eseguito in più sessioni (operazioni separate) sempre però qualora l’area donatrice abbia la possibilità di fronteggiare una tale necessità di unità follicolari. Operazioni di trapianto di capelli con tecnica Fue che utilizzano un numero di graft superiore alle 3000 unità sono definite come “megasession”.

Rischi nell’utilizzo di troppe unità follicolari 

Le megassession di trapianto di capelli sono sempre più richieste dai pazienti interessati al trapianto. Esiste però un limite di unità: per evitare il rischio di necrosi nel paziente si da un limite di 4500-4600 per ogni singolo intervento. Superando questo limite si corre il rischio di danneggiare la salute e l’estetica del paziente. La pelle potrebbe infatti andare in necrosi a causa di un eccessivo sanguinamento. Aprire i canali troppo vicini l’uno all’altro potrebbe causare la fuoriuscite di bulbi o potrebbero crearsi cisti, capelli sottopelle che formano acne e necrosi. Pertanto il medico dividerà l’operazione in più sedute qualora il calcolo delle unità follicolari riporti una cifra elevata poiché la sua priorità è sempre la saluta del paziente. Prelevare troppe unità follicolari dalla zona donatrice, inoltre, potrebbe andare a creare delle aree calve o poco folte nella zona donatrice stessa. Inoltre, nell’intento di prelevare più unità follicolari, non bisogna assolutamente prelevare da zone diverse dall’area donatrice poiché quei capelli, affetti da alopecia, dopo il trapianto andrebbero comunque a cadere.

 

[1] Jimenez F., Ruifernández MD* e Jose M., Distribution of Human Hair in Follicular Units: A Mathematical Model for Estimating the Donor Size in Follicular Unit Transplantation, Dermatologic Surgery, Vol25(4), Pag 294, Maggio 1999 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10417585 

Pin It on Pinterest

Share This